Stefano Fontana a Beat & Green 11 maggio_milano

0
396

Stefano Fontana a Beat & Green

Proseguono le masterclass presso Recreative 12 tenute da Riccardo Sada: una serie di incontri per conoscere da vicino i professionisti della musica elettronica. Prossimo e 20° appuntamento: giovedì 11 maggio 2017 con il dj e produttore Stefano Fontana

unnamed

CHI: IL PROTAGONISTA. Il ventesimo appuntamento di Beat & Green è fissato alle ore 17,00 di giovedì 11 maggio 2017. In cattedra, davanti agli alunni, Stefano Fontana, noto ai più come come il dj e producer Stylophonic. Suoni colorati, eclettismo, profilo internazionale: questo è Stefano Fontana in poche parole. La sua carriera come dj inizia al Plastic di Milano, club di culto del circuito artistico italiano e quasi contemporaneamente intraprende l’attività di produttore. Da sempre è appassionato dell’immaginario street a metà fra il turntablism, le funky B-lines, l’hip hop, la dance old school e tutto il mondo plastico correlato. Cresce a pane e groove, miscelando e reinterpretando le scene musicali di Chicago, New York e Detroit, electro, hip hop, house e tecno. Partecipa al Dmc Freestyle Championship, impennando con la sua BMX e rischiando la vita sullo skateboard, ma soprattutto trae ispirazione da guru come Basement Jaxx, Underworld, Chemical Brothers, ma anche da grandi nomi dell’hip hop come Public Enemy, Ludacris, Timbaland e Neptunes. In pochi anni diventa uno dei producer italiani più creativi con il progetto “Stylophonic”, che diventa suo nome d’arte e che dà vita al primo album “Man Music Technology” nel 2003, un crossover di hip hop, breaks e house licenziato a livello internazionale da Emi. I singoli estratti entrano nelle classifiche di tutta Europa, l’album vede importanti featuring/remix (vedi alla voce Digital Underground, Kevin Saunderson, Chicken Lips, King Britt o Rob Mello).

Stefano firma la co-produzione dell’album “Buon Sangue” di Jovanotti che con il tocco Stylophonic diventa un vortice di groove, riconoscibile nel singolo “Tanto3”. Stefano Fontana diventa uno dei nomi più richiesti del circuito clubbing internazionale, dall’Inghilterra a Ibiza, da Mykonos alla Francia, senza dimenticare i Magazzini Generali di Milano, la base da dove partono le sue sperimentazioni. Allo stesso tempo rafforza la sua attività di music designer per brand come Adidas, MTV, Coca Cola, Dolce&Gabbana (con la collaborazione di Hype Williams) e Diesel, creando colonne sonore per fashion shows e partecipando a vari tour italiani. Nel 2008 crea le basi per il nuovo album “Beatbox Show”, da cui tra il singolo “Baby Beatbox”, remixato dai Crookers. Scelto per la campagna europea di D&G e incluso in numerose compilation, il singolo è un ulteriore passo in avanti nella shakedelia di electro, dance e funk. Prodotto dallo stesso Stefano e mixato dal sound engineer dei Leftfield, “Beatbox Show” è la maturazione del suono… stylophonico: una colonna sonora futuristica tanto da ballo quanto da ascolto, variegata come gli altri suoi estratti, “Pure Imagination”, che subito entra in radio e nelle classifiche, o Dancefloor, ancora una volta legato ad uno spot per D&G, ancora diretto dal grande Hipe Williams.

Il 1° ottobre 2013 esce il progetto discografico di Stylophonic “Boom!” (etichetta Carosello Records). L’album contiene numerose collaborazioni con grandi artisti della musica italiana, un progetto nuovo che spazia dal pop al rap, dall’indie al rock e che per la prima volta raccoglie così tante partecipazioni artistiche. Da Samuel Romano, voce dei Subsonica, a Raf, Malika & Dargen D’amico, Irene Grandi & Saturnino, Pau voce dei Negrita e Nesli. Si continua con Emis Killa, rivelazione del rap in Italia, il vulcanico Caparezza per arrivare alle collaborazioni di Ermal Meta, gli Amari, il Cile e Ada Reina. A giugno del 2014 pubblica il nuovo album “Jam the House”, il primo singolo “Girlzzz” con il campione di Egyptian Lover diventa un anthem Estivo nei club House di tutto il mondo. Nello stesso anno bissa il successo con “Buddy”, con il campionamento della grande Nina Simone. A maggio 2014 inizia l’esperienza televisiva come giudice di TOP DJ accanto ad Albertino e Lele Sacchi. Dal 7 aprile 2015 è tornato su Sky Uno nella giuria del talent show dedicato al mondo clubbing, alla seconda edizione.

Stefano ha trascorso l’ultimo anno e mezzo per finire il nuovo album, “We Are”, coinvolgendo un grande artista di New York: Kena Anae. Il risultato è un grande album, ricco di canzoni con house e di influenze P-Funk. L’intero lavoro è stato mixato presso il @basshit Studio di New York dal Dave Darlington (che in passato ha lavorato con Adeva, Sting, Ruffneck, Basement Jaxx, technotronic, Bob Sinclar, C&C Music Factory e tanti altri).


COS’È BEAT & GREEN. Ha preso il via, nel mese di settembre del 2016, una serie di masterclass presso la scuola per dj e produttori di musica elettronica Recreative 12. Si chiama Beat & Green, e – parafrasando i famosi meet and greet, gli incontri ravvicinati che si tengono da anni tra fan e artisti – mette faccia a faccia nuovi amanti del mondo della musica elettronica a professionisti del settore legato al djing, alla produzione musicale, alla discografia, al clubbing sino al branding mirato e ai grandi eventi. Beat & Green si tiene il venerdì di ogni due settimane. In cattedra, i maggiori player italiani e non, si confronteranno spiegando punti di vista, visioni, idee di un mondo in piena espansione. I protagonisti del music business risponderanno alle domande degli alunni presenti incalzati da Riccardo Sada, docente di Recreative 12 e giornalista per varie testate di settore.

 unnamed3

Recreative12
Via Vitruvio 43, 20124 – Milano – Tel. 02 36529537
Facebook Comments

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

Scrivi il risultato dell'operazione *